L’e-book per conoscere il gres e dar forma alle tue idee

Un supporto Made in Florim per i tuoi progetti di interior design

Texture e pattern per il design di interni: uno studio sull’uso del colore

Una guida per progettare ambienti di carattere nel segno della contemporaneità

Un e-book per conoscere il gres e le sue possibili applicazioni tecniche

Spunti e idee per i tuoi progetti di architectural design

Oltre ai musei, alle piazze e ai luoghi più turistici, vi sono dei luoghi che più di altri ne rappresentano l’essenza e in qualche modo ne incarnano lo spirito del tempo in cui sono stati concepiti, tra questi bar, caffetterie storiche e ristoranti.

 

Scarica il nostro ebook e lasciati ispirare nella realizzazione del tuo  progetto di interior design!


Tra il 1907 e il 1909, l’architetto austriaco Adolf Loos progetta e costruisce il Kärntner Bar
(meglio conosciuto come l’American Bar di Vienna) un piccolo caffè di venti metri quadri entrato nella storia dell’architettura, un gioiello che sperimentò materiali innovativi e che ancora oggi è in attività conservando lo stesso design unico. Nonostante l’ambiente minuto, il progetto combina molti elementi diversi tra loro: marmi pregiati, legno, ottone, specchi e pelle. Loos, autore del famoso testo “Ornamento e delitto”, li utilizza per infondere ricchezza allo spazio e ogni frammento contribuisce a dare voce all’intero. La decorazione, infatti, è data dal materiale stesso, dai colori e dalle sfumature, dalle venature all’opacità o lucentezza della finitura.

American bar Vienna Adolf Loos

Un altro progetto più recente, purtroppo demolito, è lo Splügen Bräu Bar disegnato da Achille e Pier Giacomo Castiglioni all’inizio degli anni ’60 a Milano. L’elegante ristorante-birreria combina, anche in questo caso, due materiali lontani tra loro - legno e alluminio - operazione che, per contrasto, permette a entrambi di risaltare. La massiccia presenza del legno restituisce un luogo caldo e accogliente - quasi a ricordare quei luoghi anche spartani dove la birra viene maggiormente consumata - mentre gli elementi illuminanti di alluminio tornito in lastra e lucidato infondono modernità e possono essere modulati in altezza. Nonostante il bar sia stato dismesso i lampadari sono rimasti in produzione da allora.

pavimento_noce Splügen Bräu Bar

Del ristorante-birreria, rimasto aperto fino al 1981, scrisse anche il grande giornalista Giorgio Bocca su Milano Dove, Editore milanese.

Si è aperto nel 1961 con un ricevimento cui hanno partecipato ricchi milanesi ed eleganti signore. L’arredamento neoliberty molto particolare e assai sofisticato è stato seguito dai fratelli Castiglioni: i tavoli sono posti su vari livelli e ci si siede su divani che ricordano molto quelli delle carrozze ferroviarie; in alto grossi tubi a vista dipinti di nero. É il meno americano degli snack milanesi, la cucina milanese-internazionale è buona, notevoli le insalate. I prezzi sono elevati, l’ambiente è borghese con qualche intellettuale.”

La qualità del progetto fu senz’altro un fattore di successo per il locale in quanto creatore di uno spazio con un’identità forte e precisa, ottenuta anche grazie ai materiali adoperati, in primis il legno.

Lotta contro il tempo

Entrambi i casi rispondono ai requisiti essenziali per una buona realizzazione degli spazi Ho.re.ca: chiara identità, progettazione a 360°, integrazione tra spazio e arredi, qualità dei materiali. Il settore Ho.re.ca tuttavia è un ambito dove la permanenza delle persone è certamente fonte di successo commerciale ma anche un fattore che nel tempo si rivela più usurante.

Se lo Splügen Bräu esistesse ancora, i legni della pavimentazione e degli arredi sarebbero usurati (oltre ad essere stati oggetto di più manutenzioni). Alla stessa maniera, anche i marmi dell’American Bar di Vienna mostreranno i segni del tempo; se in un luogo di pregio sono apprezzati in quanto parte della storia, per una caffetteria più ordinaria restituirebbero un’immagine trascurata. Il gres porcellanato è un materiale che riesce invece a garantire estrema durabilità, consentendo soprattutto di realizzare degli scenari variegati e portatori di un’esperienza. Il gres porcellanato ha inoltre il pregio di presentarsi con tantissime finiture e ispirazioni materiche, per creare atmosfere di vario tipo.

Estetica funzionale

Un’altra caratteristica importante è la facilità di manutenzione e pulizia che, in ambienti con un elevato passaggio di persone, implica indirettamente un risparmio di costi notevole. Per fare un esempio nel catalogo delle aziende produttrici di gres porcellanato sono quasi sempre presenti lastre che interpretano il legno; i migliori prodotti sul mercato presentano effetti lignei diversi e le nuance sono disponibili in finiture opache, lucide e semilucide. La manutenzione del gres che interpreta il legno è drasticamente inferiore rispetto al legno naturale, quest’ultimo soggetto a una gestione molto frequente.

hotel_ambassador

Hotel Ambassador - Levico Terme
guarda il progetto


Gres e innovazione materica

Tra gli spazi Ho.re.ca. più complessi da progettare in quanto polifunzionali troviamo gli hotel: luoghi che, oltre ad ospitare i clienti in soggiorno, prevedono spazi aperti a tutti come bar, ristorante e centro benessere.

Tra progetti storici e contemporanei un ruolo assai importante è quindi affidato ai materiali innovativi, attori che, se ben scelti e coordinati tra loro, riescono a gestire in maniera ottimale la scena.

Due esempi significativi in questo senso sono il Park Marine di Incheon, in Corea del Sud, e lo Star Hotel Rosa Grand di Milano: il loro carattere viene definito in gran parte da colori e finiture dei materiali scelti per le pavimentazioni interne ed esterne e per le pareti. Le camere dell’hotel coreano sono impostate su linee e colori classici e neutri da ispirazioni marmoree e lignee. L’hotel di Milano ragiona invece sullo stupore delle cromie dorate, quasi a riprendere la luminosità della vicina Madonnina. In entrambi i casi, è stato usato il gres porcellanato in diversi formati, finiture e linee ma con uguali spessori e tecniche di posa.

Star_Rosa_Grand_Hotel

Star Rosa Grand Hotel, Milano

Park_Marine_Hotel

Park Marine Hotel, Incheon

In questo senso, il gres porcellanato consente un utilizzo trasversale di estetiche differenti all’interno dello stesso progetto, mantenendo inalterate le performance tecniche. Dalle ispirazioni dei marmi classici a quelli tropicali, dalle pietre ai metalli, ai legni, dalle superfici matte a quelle strutturate, dai decori semplici a quelli 3D, il gres permette al progettista/trasformista di creare senza limiti di alcun tipo.New call-to-action