L’e-book per conoscere il gres e dar forma alle tue idee

Un supporto Made in Florim per i tuoi progetti di interior design

Texture e pattern per il design di interni: uno studio sull’uso del colore

Una guida per progettare ambienti di carattere nel segno della contemporaneità

Un e-book per conoscere il gres e le sue possibili applicazioni tecniche

Spunti e idee per i tuoi progetti di architectural design

Materiali naturali o gres porcellanato? In materia di rivestimenti per il design e l'architettura, la scelta divide i professionisti in quanto non esiste una risposta univoca. Propendere per un materiale o per un altro non è solo una questione di gusti: la complessità dei progetti presuppone una scelta ponderata sulla base delle esigenze di carattere estetico-funzionale, del contesto in cui si opera e della committenza.

 

Scarica il nostro ebook e lasciati ispirare nella realizzazione del tuo  progetto di interior design!


I materiali naturali

I materiali naturali hanno uno spirito "autentico" e racchiudono in sé una storia millenaria. Attraverso la loro matericità comunicano specifiche sensazioni emotive e sensoriali strettamente legate alla nostra memoria storica, alla loro provenienza originaria e al loro legame diretto con la natura. Il legno, ad esempio, esprime con le sue venature l'artisticità della natura, dà una piacevole sensazione tattile, ha un suono morbido e inconfondibile e si lascia apprezzare per le sue fragranze che sollecitano l'olfatto. Uno spazio rivestito in legno dà una sensazione di calore e comfort.

La pietra ha un legame ancestrale con l'uomo, la caverna è, infatti, il suo primo riparo. La pietra è storia, a un primo sguardo può dare una sensazione di rustico e trasmette appartenenza ai luoghi, oppure risultare naturale ed elegante. Il marmo è prezioso, utilizzato sin dall'antichità per valorizzare gli edifici di culto o commemorativi, richiama il "lusso delle pietre" delle culture antiche e la sua composizione comunica ricchezza e solennità.

progetto_in_marmo

Androne Milanese rivestito in marmo


I limiti dei materiali naturali

L'impiego dei materiali naturali come rivestimento nei progetti contemporanei può presentare dei limiti legati alle relative prestazioni tecniche e le qualità sensoriali a volte non bastano a prediligerli rispetto ai prodotti di ultima generazione. Il parquet potrebbe non essere adatto a luoghi molto umidi come bagni o spa; la pietra porosa in una cucina o in un ristorante potrebbe macchiarsi in modo irreversibile; il marmo in una piazza potrebbe creparsi facilmente e risultare ostico da sostituire. Nel caso di materiali naturali, infatti, interventi sul rivestimento che comportano la sostituzione di porzioni di materiale non assicurano il risarcimento perfetto della parte rimossa per l’inevitabile differenza di colore tra il prodotto esistente e quello aggiunto.

Per soddisfare la domanda di quella parte di committenti che non vogliono rinunciare all'estetica dall'effetto naturale e avere allo stesso tempo rivestimenti pratici e funzionali, il mercato ha proposto una soluzione alternativa, che reinterpreta i materiali tradizionali e ne perfeziona le qualità tecniche e funzionali. Parliamo del gres porcellanato.

Il gres porcellanato

Per prima cosa, il gres porcellanato è anch'esso un materiale realizzato con materie prime naturali: argilla, caolino, sabbia e feldspato. Le sue radici affondano nella storia delle ceramiche e, ancor prima, della terracotta. Le sue caratteristiche fisiche lo rendono straordinariamente resistente a urti e abrasioni, impermeabile, durevole nel tempo, di facile manutenzione e, fattore non trascurabile, sostenibile dal punto di vista produttivo: le nuove tecnologie permettono di avere un impatto molto ridotto sull’ambiente e il suo ciclo di vita - dalla produzione allo smaltimento - è più ecologico rispetto a quello di altri materiali. La sua versatilità e leggerezza ne permettono l'utilizzo in nuove costruzioni o interventi sull'esistente e le moderne tecnologie di decorazione lo rendono un materiale di design, con dettagli e finezze estetiche sempre più ricercate.

Policroma_Florim

Rivestimento effetto marmo Verde Alpi con inserti geometrici in Breccia Capraia, decorati con cornice nera. Collezione Policroma di Cristina Celestino per CEDIT - Ceramiche d’Italia
Guarda la collezione

Policroma_Florim

Rivestimento effetto marmo Breccia Capraia con inserti geometrici in Cipollino Ondulato, decorati con cornice nera. Collezione Policroma di Cristina Celestino per CEDIT - Ceramiche d’Italia
Guarda la collezione


Vantaggi del gres in fase di progettazione e posa

Se si pensa ai materiali tradizionali da rivestimento per l'architettura, questi hanno qualità tecniche ed estetiche fortemente definite e strettamente connesse alla propria natura e composizione fisica, il che porta i progettisti alla ricerca di compromessi. Il gres porcellanato, con la sua versatilità estetica e le sue caratteristiche tecniche, è la risposta a un desiderio di libertà espressiva da parte dei progettisti.

Gres effetto cemento, legno, corten, pietra, marmo: un unico materiale può essere declinato in mille modi diversi mantenendo resistenza, durevolezza e inalterabilità nel tempo. La presenza sul mercato di lastre dai diversi spessori consente ai progettisti di utilizzare questo materiale non solo per il design di pareti e pavimenti, ma anche come top bagno e cucina e rivestimento per complementi d’arredo.

Grazie alla sua alta versatilità tecnica ed estetica, il gres può essere utilizzato come unico materiale all’interno di un progetto semplificando notevolmente la messa in opera.

L’impiego di materiali diversi implica infatti l’intervento di più tecnici specializzati (marmisti, artigiani del legno…) e diversi interventi sul cantiere. Il gres, al contrario, permette di avere un solo interlocutore durante l’intera esecuzione del progetto senza rinunciare ad un’estetica poliedrica e a molteplici ispirazioni materiche.

Non solo, l’utilizzo di un unico materiale garantisce dei notevoli vantaggi anche dal punto di vista tecnico-applicativo. La dilatazione termica, ad esempio, varia in funzione del materiale utilizzato e rende difficoltoso l’affiancamento di prodotti eterogenei con problemi che potrebbero presentarsi anche dopo la posa. Il gres, grazie ai suoi innumerevoli effetti estetici, permette di creare accostamenti diversi e personalizzati, anche con interpretazioni materiche differenti senza doversi preoccupare di alcun problema tecnico di dilatazione.

gres_porcellanato

Accostamento di diverse ispirazioni materiche in gres porcellanato.


Gres che interpreta materiali naturali

Quello del gres è un mercato in continua crescita che mira a superare i propri limiti esplorando sempre nuovi effetti decorativi e finiture superficiali, fino ad arrivare a reinterpretare l’estetica dei materiali naturali. Dall'effetto legno all'effetto marmo, dall’effetto cemento all'effetto pietra, il gres è in grado di declinare i più tradizionali materiali secondo diverse colorazioni offrendo un ampio ventaglio di soluzioni inedite. La possibilità di curare digitalmente il design delle piastrelle garantisce il controllo delle caratteristiche visive dei materiali d’ispirazione nonché la definizione delle loro finiture: attraverso l’eliminazione o l’enfatizzazione dei nodi nel legno, la saturazione dei colori del marmo, il ridisegno delle venature per soluzioni d’angolo o lastre adiacenti, il gres porcellanato non si sostituisce alla natura, ma la reinterpreta perfezionandola e riconsegnandola a progettisti e committenti senza rinunciare agli alti standard prestazionali.

Ciò che dunque porta a preferire il gres al posto di un qualsiasi altro materiale - e viceversa - sono le esigenze di progetto e gli obiettivi di comfort abitativo che si vogliono raggiungere. Non è esclusa, ma è anzi auspicabile, la possibilità di utilizzare materiali tradizionali abbinati al gres, per creare sinergie inedite e ambienti dal design unico.

Un esempio è rappresentato dalla Penthouse One-11 a Milano, in cui parquet in rovere e gres effetto marmo lavorano fianco a fianco per ottenere lo stesso risultato: un ambiente intimo ma elegante in cui estetica naturale e tecnicità dialogano armonicamente.

Penthouse_one_Zaha_Hadid

Appartamento della Penthouse One-11 di Zaha Hadid a Milano.
Guarda il progetto


New call-to-action